Fontana nega il patrocinio al Gay Pride di Milano: "È divisivo"

Regione Lombardia, M5S e Pd contro il governatore Fontana:

Regione Lombardia, M5S e Pd contro il governatore Fontana: "Il no al patrocinio del Gay Pride è antistorico"

Ma ne dobbiamo parlare con gli alleati. Io credo che sia una manifestazione divisiva e che quando le manifestazioni sono divisive non sono mai da sostenere.

"Il referendum del 22 ottobre scorso è stato il punto di partenza - ha concluso Fontana -: con il Governo abbiamo siglato una pre-intesa su alcuni punti fondamentali ed ora vogliamo proseguire lungo questo percorso e arrivare ad avere maggiore autonomia in tutte le materie consentite dal dettato costituzionale". Il patrocinio è assegnato dall'ufficio di presidenza del consiglio regionale, composto da cinque membri: tre di maggioranza (presidente del consiglio regionale compreso) e due di opposizione. "La Lombardia e Milano sono, da sempre, città simbolo della lotta per i diritti umani, e i pride difendono conquiste di parità tutt'altro che scontate".

"Il gay pride non è divisivo, è una manifestazione per i diritti che non toglie nulla a nessuno. Fontana, come altri Presidenti, farebbe bene a partecipare alla manifestazione insieme a migliaia di lombardi che chiederanno uguaglianza, diritti e libertà". Il Carroccio, naturalmente, fa quadrato attorno a Fontana: "Bene difendere la famiglia, quella tradizionale con il papà e la mamma, bene tutelare i bambini, bene il no al patrocinio al Gay pride, una 'carnevalata' che non necessita dì patrocinio pubblico e peraltro dispone già di quello del Comune di Milano", ha scritto il segretario della Lega lombarda, Paolo Grimoldi.

Ma De Marchi ha anche espresso "profondo imbarazzo per quanto dichiarato dal neo governatore della Regione Lombardia, esempio lampante di quella mentalità maschilista e retrograda che ancora domina la nostra società" in riferimento alle asserzioni sul numero limitato delle assessore.

"La sua e' una scelta antistorica, che vuole riportarci al medioevo del pregiudizio e della discriminazione".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.