Elvis Presley si è suicidato? Secondo la moglie Priscilla sì - LA CONFESSIONE

Elvis Presley si sarebbe tolto la vita lo rivela l'ex moglie

Elvis Presley si sarebbe tolto la vita lo rivela l'ex moglie

Alla morte di Elvis, nel 1977, è lei a gestire l'immagine del re del rock creando la "Elvis Presley Enterprises" che gestisce Graceland, la dimora di Memphis diventata parco di attrazioni per fan di tutte le età. Adesso a riportare il tema d'attualità è Priscilla Presley, l'unica moglie del re del rock'n'roll, che aveva sposato l'1 maggio 1967. Sia la famiglia che i suoi amici, e anche la stessa Priscilla hanno cercato per anni di convincere Elvis a smettere di utilizzare droghe, ma nessuno ci è mai riuscito.

Lo assicura la produttrice esecutiva Priscilla Presley, ex moglie e capo della Elvis Presley Enterprise che gestisce l'impero commerciale legato alla figura del musicista. Per il suo sesto compleanno, il piccolo Elvis chiede ai genitori una bicicletta, ma purtroppo o per fortuna questa risulta essere troppo cara per la famiglia Presley, che decide di regalare al figlio una chitarra trovata in un negozio dell'usato del valore di 12 dollari. La donna infatti sottolinea poi come ai soldati sarebbe stata data droga per rimanere svegli durante le attività da svolgere.

Le dichiarazioni dell'ex moglie della rockstar arrivano a distanza di qualche mese dalla scoperta di alcune note che sarebbero state scritte da Elvis in persona, nelle quali il cantante avrebbe accennato al suicidio. "Ci provavano ma non c'era modo di riuscirci". Priscilla fa risalire l'inizio della dipendenza da droghe del suo ex marito quando fu impegnato nell'esercito degli Stati Uniti.

Con Priscilla avevano divorziato nel 1973, dopo sei anni di matrimonio e con una figlia di cinque anni, Lisa Marie. Questo fatto ha acceso in Elvis la sua smodata passione per la musica, facendolo diventare uno dei più grandi idoli della storia della musica di tutto il mondo. "Dovevano fare delle manovre anche a tarda notte ed è così che ha iniziato, diventando poi dipendente dalla anfetamine per tutta la vita". Il cantante scrive di non essere "capace di riprendersi dalla perdita di Priscilla" e sembra depresso: "Sono stufo della mia vita" e "Ho bisogno di un lungo riposo". Il fratellastro del cantante, Rick Stanley, ha detto a Radar Online di ritenere "autentica la nota manoscritta. Per me è una chiara indicazione del fatto che la volontà di togliersi la vita circolava nella sua testa".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.