Governo, Salvini: ''Prima delle consultazioni chiederò incontro a Di Maio''

Salvini apre al reddito di cittadinanza

Salvini apre al reddito di cittadinanza

"Resta da sciogliere il nodo importante di cosa fare di Fi, ma l'intesa tra Salvini e Di Maio per me è solida".

"Il centrodestra, che ha vinto le elezioni ma non ha sufficienti voti per fare un Governo, presenti un programma realizzabile al presidente Mattarella, e chieda i voti per poterlo fare". Ma noi dobbiamo porre condizioni: potete immaginare un governo con noi e Berlusconi?

Dall' ipotesi per un dialogo di governo alle scintille: botta e risposta a distanza: è stallo politico. Sempre lo stesso l'oggetto del contendere: la formazione di un esecutivo a trazione grillo-leghista. Per questo, mentre Salvini annuncia che chiederà "volentieri" un incontro a Di Maio e esclude altri vertici della sua coalizione, il candidato premier dei Cinque Stelle nicchia. "Gli italiani - ha aggiunto - vogliono persone capaci di fare, e io a Di Maio chiedo se vogliamo fare qualcosa oppure no, senza fermarci a veti o simpatie. Esiste il telefono fortunatamente, nel 2018", spiega a chi gli chiede di nuovi incontri con Berlusconi e Meloni che hanno posto una sorta di "veto" su eventuali accordi con il M5s (qui lo spieghiamo nel dettaglio, ndr). E il modo in cui Luigi Di Maio e Matteo Salvini si muovono riflette il potere e i limiti del mandato elettorale ricevuto il 4 marzo.

"A Berlusconi e Forza Italia lo diro' chiaro: si scordino di fare un governo con il Partito democratico".

Dal canto suo Salvini sottolinea che continua il dialogo con gli altri, a cominciare da Di Maio. Se l'idea della Lega è quella di un governo ammucchiata, questa non può essere la nostra.

Ma Salvini, che guarda a palazzo Chigi, tira dritto. Se tutti rimangono sulle loro posizioni 'o io o nessuno' l'unica via che rimane è quella del voto.

Offerta respinta. Non tanto per un'avversione nei confronti del leader del Carroccio, quanto per la condizione irrinunciabile nel voler imporre uno schema che preveda la presenza al tavolo di Salvini in quanto leader della coalizione. Quarto, quinto, dodicesimo, ma chi lo vota? Io ho voglia di dialogare, ho voglia di costruire e ho voglia di cancellare la legge Fornero, ridurre le tasse, espellere un po' di clandestini: "ci proverò fino all'ultimo, se non fosse possibile la parola torna agli italiani". Il rappresentante della Lega chiude anche sulla possibilità di un leader terzo dato che i voti in parlamento arrivano dal centrodestra e dal movimento Cinque Stelle. "È già pronto un modello di abiura preparato dalla Casaleggio ed associati?", replica caustico Andrea Marcucci.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.