Pallottole agli arbitri di calcio: si rischia uno sciopero dei fischietti?

Nicchi arbitri minacciati e portati in tribunale

Nicchi arbitri minacciati e portati in tribunale

In una conferenza stampa convocata a Roma dall'AIA, l'Associazione italiana arbitri, Marcello Nicchi ha annunciato: "Sono arrivati plichi con pallottole indirizzate a me, al vice presidente e al designatore Rizzoli".

"Il fatto è nel dominio della Digos e all'attenzione del Viminale e del ministro degli Interni", ha detto ancora Nicchi.

Al termine della conferenza sono state poche le domande degli addetti ai lavori, la maggior parte sul VAR. Nicchi ha preferito non rispondere, limitandosi a ripetere che il "VAR fa giustizia".

Nicchi ha quindi sottolineato un altro grave episodio capitato nelle scorse settimane: "Un giornalista ha anche dichiarato in una trasmissione: "In guerra si va sparando, bisogna sparare agli arbitri"". Le parole di Nicchi - La classe arbitrale italiana va al contrattacco. Viene assegnato un budget di cui gli arbitri non sono padroni.

"Mentre accade tutto questo, poi, ecco che l'arbitro Di Bello debba recarsi in tribunale da un giudice per presunti errori arbitrali, nel derby Inter-Milan, dopo le denunce fatte dell'associazione consumatori. Ci sono tesserati che parlano di malafede del mondo arbitrale, non ho sentito nessun intervento". E non sono qui a parlare di sciopero, mai nominata questa parola.

Atteggiamenti di violenza completamente gratuita, che non giovano al calcio del nostro paese. Se strada facendo tutti si adeguano vuol dire che fa bene. Così, come tutte le leghe, anche la Serie A avrà un raduno in meno. Secondo alcune indiscrezioni è emerso che l'Aia potrebbe perdere il 2% che le consente di votare alle elezioni Federali, in favore della Lega di Serie A. Una perdita di potere inaccettabile per gli arbitri.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.