Bollette in calo, da aprile tutti i costi scenderanno dell'8%: ecco perché

Non è un pesce d'Aprile dal 1° Aprile le tariffe di luce e gas subiranno una riduzione rispettivamente del-8% e del-5,7% come comunicato dall'Autorità per l'Energia

Non è un pesce d'Aprile dal 1° Aprile le tariffe di luce e gas subiranno una riduzione rispettivamente del-8% e del-5,7% come comunicato dall'Autorità per l'Energia

Dal prossimo primo aprile per la famiglia-tipo la bolletta dell'elettricità diminuirà dell'8%, mentre per il gas il calo sarà del 5,7% (ipotizzando un consumo di 1.400 metri cubi/anno).

Le motivazioni sottese a tale decisione che fa decisamente piacere sono da rintracciare, come spiega l'Arera, l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, nel fatto che la riduzione della bolletta della luce e del gas, risponde all'andamento dei prezzi all'ingrosso, che saranno in diminuzione nei prossimi mesi.

Lo stesso vale anche per il decisivo calo dei costi del gas che ammontano a -4,2%.

Il calo delle bollette di luce e gas a partire dal primo aprile è una buona notizia secondo le associazioni dei consumatori che puntano il dito però sul peso, ormai preponderante, dei cosiddetti 'oneri di sistema'. La denuncia arriva dal Codacons, che ha commentato le variazioni delle tariffe annunciate oggi dall'Autorità per l'energia per il secondo trimestre del 2018: dal primo aprile -8% sulla bolletta elettrica e -5,7% su quella del gas.

La riduzione per il gas è sostanzialmente dovuta alla diminuzione della componente 'materia prima' legata al calo delle quotazioni del gas nei mercati all'ingrosso per il prossimo trimestre, anche per effetto della minore domanda dei prossimi mesi.

In particolare, segnala l'Authority, la riduzione per l'energia elettrica è determinata soprattutto dalla discesa dei costi di approvvigionamento, che contribuisce per un -9,1% alla variazione complessiva della spesa per il cliente tipo.

Secondo un'analisi realizzata dall'Unione Nazionale Consumatori, "per una famiglia tipo significa risparmiare, su base annua (non, quindi, secondo l'anno scorrevole, ma dal 1° aprile 2018 al 1° aprile 2019), 44,5 euro per la luce e 61 euro per il gas". Accanto a questo si registra un calo anche del servizio di trasporto (che incide l'1,3% sulla spesa media del cliente) e dei costi delle attività legate all'approvvigionamento all'ingrosso (che incidono per uno 0,2% sulla spesa media).

La spesa complessiva annuale tuttavia aumenta. Nonostante le nostre instancabili denunce, infatti, i cittadini continuano a pagare in bolletta i famigerati oneri di sistema per la dismissione delle centrali nucleari, per le agevolazioni alle imprese energivore, per i regimi tariffari speciali a favore delle ferrovie, per gli incentivi alle fronti rinnovabili. "Va ancora peggio per il gas, per il quale gli italiani pagano il 42,5% di imposte e oneri su ogni singola bolletta".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.