Firenze, uomo di colore ferito in strada: c'è un fermo

Firenze, la comunità senegalese vuole riparare i danni alle fioriere e si autotassa

Firenze, la comunità senegalese vuole riparare i danni alle fioriere e si autotassa

A sparare diversi colpi di arma da fuoco è stato Roberto Pirrone, un pensionato italiano di 65 anni, fermato da una pattuglia di militari dell'Esercito, formata da personale del 186esimo reggimento paracadutisti Folgore e impiegata nell'operazione Strade sicure a Firenze, dopo aver udito gli spari nei pressi del consolato Usa sul lungarno Vespucci. Un gruppo di senegalesi, arrabbiati per quanto successo al loro connazionale, sta bloccando parte del Ponte e le forze dell'Ordine stanno cercando di far rientrare questa protesta. Il corteo sarebbe diretto verso il Comune di Firenze, come informa sul suo profilo Facebook Pape Diaw, componente della comunità senegalese di Firenze. Ora aspetta di essere interrogato in questura dal pm Giuseppe Ledda che coordina le indagini. La vittima invece è un uomo di colore. Nell'abitazione di Pirrone, che non ha precedenti penali e aveva il porto d'armi, la polizia ha trovato una lettera che annunciava il suicidio per problemi economici. "Il primo che mi è passato davanti, gli ho sparato" avrebbe detto l'uomo fermato agli agenti. L'uomo, però, non avrebbe trovato il coraggio e quindi ha iniziato a spare a caso. Sempre secondo quanto emerso al momento è stato raggiunto da più colpi di pistola all'altezza del torace.

Inizialmente Pirrone avrebbe incrociato una famiglia con bambini, desistendo dalle sue intenzioni.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.