Scontro Trump - Ue sui dazi. Il tycoon: "Sono giusti"

I dazi di Trump colpiscono Canada e Brasile ma non la Cina

I dazi di Trump colpiscono Canada e Brasile ma non la Cina

Emergono nuovi tasselli legati al Russiagate, ovvero le interferenze di Mosca nelle presidenziali Usa e sulle possibili collusioni tra la campagna elettorale di Donald Trump e il Cremlino.

"Siamo pronti a rispondere in modo risoluto, veloce e proporzionato, secondo le regole stabilite con i partner e le organizzazioni internazionali", ha dichiarato Winterstein a chi chiedeva se l'Unione sia pronta ad entrare in una guerra commerciale. Ecco allora che quello di Trump è per ora solo "un annuncio informale", senza quell'ufficialità che il tycoon avrebbe desiderato subito. La firma alla misura era pronta "ma i contrasti all'interno della Casa Bianca hanno costretto il presidente a rimandare di una settimana la stretta". E nessun altro dettaglio è stato reso pubblico dal presidente. Intanto, a Washington Jared Kushner, genero e fidato consigliere di Trump, si e' visto ridimensionare il nullaosta di sicurezza e non avra' piu' accesso ai dossier 'top secret' della Casa Bianca.

Anche Pechino e la Russia mettono in guardia gli Usa.

"L'industria videoludica americana ha una lunga storia di collaborazione con i genitori e più di 20 anni di iniziative legate al rating dei titoli attraverso l'ESRB". Ma anche l'Italia è coinvolta: siamo il quinto esportatore verso gli Usa, con 212 mila tonnellate di prodotti finiti lo scorso anno.

Donald Trump non si smentisce, è l'uomo delle dichiarazioni e talvolta anche misure forti. Trump comunque ha tempo fino ad aprile per valutare le mosse, che poi dovranno passare al vaglio del Wto. Non sembrano preoccuparsi però i 'falchi' che appoggiano la linea ultra-protezionista del presidente, a partire dal segretario al commercio Wilbur Ross. Il tycoon si è rivolto ai legislatori che, dopo la strage del 2013 nella scuola elementare Sandy Hook in Connecticut, non erano riusciti a far passare un emendamento stringente sull'uso delle armi, a causa dell'opposizione dell'ala repubblicana e dell'NRA (la National Rifle Association).

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.