Parma sarà la città capitale italiana della cultura del 2020

PER INGRANDIRE

PER INGRANDIRE

Parma succederà quindi a Palermo, capitale della cultura del 2018, e a Matera, che sarà quella del 2019. La città dei templi, non ha superato la concorrenza di città del calibro di Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Treviso, Macerata e Nuoro.

Dal 2014 il ministero dei Beni culturali sceglie una città italiana indicandola per un anno come capitale della cultura nazionale.

Accanto a lei c'è Daria Carmi, l'assessore alla Cultura che ha creduto a questa avventura quando non ci credeva nessuno, dallo scorso maggio quando la notizia venne accolta con ironie e scetticismi e che invece ha saputo mobilitare un territorio intero. Ha vinto il desiderio di provare insieme a immaginare un futuro.

Negli ultimi giorni molti si erano espressi per la scelta di Macerata, dopo i fatti di sangue che hanno sconvolto la provincia marchigiana, con la morte di Pamela Mastropietro e il raid razzista di Luca Traini contro i migranti. Dovremo farcela con le nostre forze e per questa ragione la nostra soddisfazione sarà più grande. Il ministro Franceschini nell'occasione ha anche dichiarato rivolgendosi in particolare alle altre nove città finaliste: "Già entrare nella shortlist è motivo di vanto, è come entrare nelle nomination agli Oscar, sui film poi viene scritto 'ha ottenuto la nomination agli Oscar'. Presentarla significa sedersi ad un tavolo per organizzare un progetto di città", ha aggiunto complimentadosi anche con gli altri Comuni in gara.

Lo abbiamo fatto perché Parma è più importante delle differenze tra maggioranza e opposizione.

'Parma è capitale da sempre. "E anche questo è un cambio di passo nella politica". Insomma mostre, ma non solo. Nella mattinata di venerdì a Roma nella sede del Mibact sono stati resi noti i risultati, col presidente di Giuria Stefano Baia Curioni che ha comunicato al ministro Franceschini la città vincitrice. Per dire, Parma era arrivata quinta con il 5,60% delle preferenze. La scelta del Ministero dei Beni culturali è caduta sulla città emiliana.

Il commento a caldo del sindaco Pizzarotti: "Raramente ho poche parole, ma stavolta mi avete lasciato senza. Il riconoscimento di oggi rafforza in me un prossimo impegno al Senato per la valorizzazione e la tutela di questo territorio".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.