Bollette a 28 giorni, ispezioni a tappeto della Finanza

Bollette a 28 giorni, ispezioni a tappeto della Finanza

Bollette a 28 giorni, ispezioni a tappeto della Finanza

I militari del nucleo speciale della Guardia di Finanza si sono presentati alle porte delle principali società di telefonia fissa e mobile e della sede di Assotelecomunicazioni, l'associazione confindustriale che rappresenta le società del settore.

Le ispezioni sono partite da una specifica richiesta del Garante dei consumatori. L'Autorità rileva che "Fastweb, Tim, Vodafone e Wind Tre hanno comunicato quasi contestualmente ai propri clienti" le novità sulla fatturazione e "di voler attuare di conseguenza una variazione in aumento del canone mensile per distribuire la spesa annuale complessiva su 12 mesi, anziché 13". Da questo sospetto è scattata poi la segnalazione all'Antitrust. Lo ha confermato la Guardia di Finanza senza fornire ulteriori dettagli perche' gli accertamenti sono in corso. Anche se WIndTre non ha annunciato aumenti tariffari il 24 gennaio, in quella stessa data ha lasciato intendere che ne farà a ottobre. Come oramai noto alle cronache, per lungo tempo c'è stato un braccio di ferro tra gli operatori e l'AGCOM su come gestire la fatturazione delle bollette della telefonia. La norma prevede che gli operatori dovranno adeguarsi entro 120 giorni dall'entrata in vigore (6 dicembre), ovvero a partire dal 4 aprile chi è inadempiente dovrà rimborsare ogni utente con un indennizzo forfettario di 50 euro, maggiorato di 1 euro per ogni giorno successivo alla scadenza del termine imposto dall'Autorità. Un sistema che altro non era che un modo per nascondere aumenti tariffari.

L'Agcom intende verificare che le società di telecomunicazioni non abbiano sottoscritto accordi sotto banco sulla fatturazione.

A forzare il ritorno al sistema di fatturazione su base mensile il Governo attraverso una legge ad hoc approvata alla fine del 2017. Nello specifico, l'Antitrust potrebbe aprire un'indagine sul caso delle bollette a 28 giorni per via delle ipotesi finora avanzate, secondo le quali potrebbe esserci una regia che andrebbe a coordinare le varie società in riferimento alla durata delle fatturazioni, andando quindi a violare i diritti dei consumatori.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.