Diritti Tv, nuovo colpo di scena: Mediapro diventa cinese

Pugnalin: La Serie A continuerà ad essere trasmessa sui nostri canali

Pugnalin: La Serie A continuerà ad essere trasmessa sui nostri canali

Il Sole 24 ORE si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l'ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.

Soprattutto per i nostalgici che, come l' allenatore del Napoli Maurizio Sarri, sembrano rimpiangere l' ormai antistorico appuntamento con tutte le partite di A alle 15 della domenica. Ecco fatti, numeri, commenti e scenari. Orient Hontai ha acquistato le partecipazioni di Torreal (23,5%), Televisa (19%), e Gerard Romy (12%) uno dei soci fondatori, per circa 900 milioni di euro, più o meno quanto era costata a Mediapro l'offerta di acquisto dei diritti del campionato italiano. "Infine Mediapro dovrà presentare le adeguate garanzie finanziarie come da regolamento del bando stesso". Cifra spesa dall'azienda cinese: 900mln di euro.

Il calcio italiano non sarà spagnolo ma cinese. Siamo l'operatore con maggiore esperienza e vogliamo partecipare alla vendita dei diritti; come ogni grande azienda, anche la nostra ha un piano B ma se tutti rispetteranno i propri piani questo non servirà.

I due colossi britannici sono società quotate e sono tenute ad annunciare pubblicamente i dettagli delle loro acquisizioni che riguardano anche i diritti di trasmissione in diretta della Premier League Uk per le stagioni 2019/20-2021/22.

Mediapro ha da poco ottenuto i diritti tv della Serie A, con il ricorso di Sky ancora pendente e un futuro tutto da decifrare. Secondo le recenti indiscrezioni, infatti, sia Sky che Mediaset non intendono mollare l'osso e si sono messe al lavoro al fine di riuscire a trovare un nuovo accordo con MediaPro. Quindi dovrà proporsi ai diversi broadcaster. "Cioè agli operatori, tra cui Sky". "Mediapro - ha aggiunto Pugnalin - potrebbe soddisfare le esigenze delle squadre di calcio italiano, della Lega e forse anche quelle dei nostri abbonati". "Sui prezzi - ha continuato l'executive vice presidente del gruppo tv - Sky sarebbe felice di applicare tariffe più basse". Secondo alcuni rumors Sky potrebbe limare al rialzo l'offerta già presentata ai bandi e pari a 630 milioni di euro, fino ad arrivare a 650 milioni di euro.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.