Vaccini. Lorenzin: "Non ci saranno proroghe alla scadenza del 10 marzo"

Decreto vaccini: Lorenzin chiarisce su scadenza 10 marzo

Decreto vaccini: Lorenzin chiarisce su scadenza 10 marzo

Due giorni fa intervenendo a Radio Anch'io su Radio 1 la Lorenzin ha aggiunto che "La legge prevede molto chiaramente che anche i bambini che entro il 10 marzo non hanno ancora effettuato le vaccinazioni, purché i loro genitori abbiano provveduto a prenotare un appuntamento per effettuarli, non hanno alcun problema". I genitori che non lo faranno pagheranno sanzioni. È quanto dichiara la ministra della Salute e leader di Civica Popolare, Beatrice Lorenzin, a Unomattina, su Rai1. "Con una nota scritta all'Anci - ha detto Raggi - la stessa Lorenzin ha accettato quello che noi le chiedevamo, ovvero consentire di finire l'anno scolastico a quei bambini che avevano avviato le pratiche della vaccinazione ma che per evidenti ritardi all'interno di Asl e o spedali non sono riusciti a completare l'iter vaccinale".

"Pertanto, dopo il 10 marzo p.v. sarà precluso l'accesso ai servizi educativi per l'infanzia e alle scuole dell'infanzia ai soli minori i cui genitori/tutori/affidatari non siano in regola neppure con tale adempimento". Per i minori da zero a 6 anni che frequentano asili nido o materne, invece, la mancanza di vaccinazione costituisce motivo di "esclusione dal servizio educativo". Quest'ultima in realtà è obbligatoria solo per i nati dal 2017.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.