Sos medici: 45 mila in pensione entro 5 anni

Medici famiglia pensione Sicilia Cronaca

Medici famiglia pensione Sicilia Cronaca

La Federazione italiana dei medici di medicina generale e il sindacato dei medici dirigenti segnalano che tra circa 5 anni ben 45.000 tra medici di base e medici del Servizio Sanitario Nazionale andranno in pensione [VIDEO]. Da due organizzazioni, Fimmg. e Anaao, sindacato dei medici dirigenti, arriva l'accusa ai partiti, che, in questa campagna elettorale non si occupano di una questione così cruciale per la salute dei cittadini. Con l'entrata in vigore dell'accordo integrativo regionale firmato pochi giorni fa da FIMMG, SNAMI, SMI e altri un medico di famiglia potra' in alcuni casi avere fino a 2000 assistiti, ma questo non sara' sufficiente. "Per poter continuare a garantire ai cittadini italiani il diritto di essere curati tutti nello stesso modo devono essere garantiti investimenti economici sul numero e sulla qualità della formazione dei medici di medicina generale, sul personale sanitario e amministrativo nei nostri studi, sulle tecnologie - prosegue -". Sicilia, Lombardia, Campania e Lazio le regioni che registreranno, sia nel breve sia nel lungo periodo, le maggiori sofferenze. A mancare nelle corsie saranno a breve soprattutto pediatri, chirurghi, ginecologi e cardiologi. La carenza di medici "interessa tutte le Regioni, con il paradosso che se, e quando, riapriranno i concorsi, mancheranno i medici da assumere", avverte il segretario Anaao Costantino Troise. In assenza di una netta inversione di tendenza, Troise traccia un quadro a tinte fosche: "I medici da assumere mancheranno - afferma il segretario Anaao - perché saranno scappati all'estero, mentre per l'Italia si spalancheranno le porte del discount a cielo aperto che è nei Paesi dei Balcani, ove i medici locali aspettano con ansia di trasferirsi in cerca di redditi maggiori". Quanto ai medici del Ssn la situazione non si prospetta migliore: nei prossimi dieci anni ne verranno a mancare per pensionamento 47.284.

Il dottor Scotti, che ha rilasciato un'intervista all'Ansa, ha dichiarato che nessuna delle forze politiche in campo si è impegnata per sopperire alla "criticità della mancanza dei medici di base in un Paese che, per caratteristiche demografiche, avrà invece soprattutto bisogno di un'assistenza medica domiciliare e residenziale". "Come medici ci sentiamo, insieme ai cittadini, le vittime di tanta superficiale approssimazione", conclude il segretario Fimmg. "Al momento non sappiamo quando saranno banditi i concorsi dalla Regioni e quanti saranno i posti a disposizione, considerando anche il fatto che in diverse Regioni ancora in atto il blocco del turn-over parziale o totale", e questo quanto fatto sapere dal vicesegretario Nazionale anaao Carlo Palermo.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.