Macron-Gentiloni, rapporti più forti con il Trattato del Quirinale

MARCO BERTORELLO via Getty Images

MARCO BERTORELLO via Getty Images

Credo sia molto importante che alle relazioni storiche tra italia e Francia abbiamo deciso di dare una cornice più stabile e ambiziosa.

Un'ora a colloquio con Paolo Gentiloni: "L'Europa ha avuto molta fortuna ad avere Paolo Gentiloni in questi mesi", dice Emmanuel Macron nella conferenza stampa congiunta a Palazzo Chigi. "Esprimo tutto il mio rispetto per il lavoro condotto e la qualità della cooperazione". "Noi siamo per un'Europa che avanza, una potenza economica, sociale e culturale aperta a chi vuole seguire", ha concluso. L'intento di rafforzare i rapporti tra Italia e Francia espresso da Gentiloni è stato condiviso da Macron che facendo riferimento al " rapporto franco-tedesco, strutturale e all'origine dell'Europa - ha poi aggiunto - quando Francia e Germania non riescono a mettersi d'accordo l'Europa non può andare avanti. "Siamo convinti che possa rendere ancora più forti e sistematiche le nostre relazioni", ha detto poi detto Gentiloni, precisando che "un Trattato rivolto al futuro e lo vediamo come un contributo crerativo per il futuro dell'Ue".

"Anche per questo il buon lavoro svolto dai nostri Governi, la credibilità internazionale che il nostro paese ha acquisito e il rafforzamento del nostro rapporto storico con la Francia potranno essere molto utili per il rilancio dell'Unione europea", conclude l'esponente dem.

Il presidente francese intanto è a Roma per partecipare alla riunione dei sette paese dell'Europa meridionale nella quale si affronterà anche la questione migratoria e il 16 gennaio ci sarà un incontro a Calais per affrontare il nodo della frontiera con la Gran Bretagna.

Roma, 11 gen. (askanews) - "L'Europa è stata balbuziente negli ultimi anni perché mancavano le prospettive a lungo termine".

Agenpress - Il presidente francese Emmanuel Macron è stato ricevuto al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il capo dell'Eliseo è sicuro che "Italia e Francia riusciranno ad armonizzare i sistemi di accoglienza e di asilo". Il fine, precisa, è anche "porre fine allo scandalo umanitario" che colpisce i tanti migranti che attraversano il Paese africano per arrivare sulle coste dell'Europa. Il rapporto di amicizia con l'Italia è un'altra cosa, assolutamente non concorrente: è un rapporto forte, e abbiamo voluto dargli nuove prospettive e nuove forme di cooperazione. "In questo avvenire c'è un grosso impegno sui beni comuni, i beni pubblici europei, difesa, sicurezza, politiche migratorie comuni", sottolinea.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.