Alessandria, famiglia uccisa dal monossido: tre morti

Monossido di carbonio il gas che ti fa morire bene le nostre case più pericolose di quelle di 40 anni

Monossido di carbonio il gas che ti fa morire bene le nostre case più pericolose di quelle di 40 anni

Tre persone sono morte a Vignole Borbera, in provincia di Alessandria, per intossicazione da monossido di carbonio. Le vittime sono marito di 47 ani, moglie (44) e figlio ventenne. La parente ha immediatamente dato l'allarme e attorno alle 12.20 di oggi sono intervenuti i vigili del fuoco di Savona ed i volontari della croce rossa di Savona nell'edifico di via Ceva. Con ogni probabilita' a provocare i decessi il cattivo funzionamento di una caldaia che si trovava nell'appartamento. A dare l'allarme sarebbe stato un vicino. I corpi delle vittime sono a disposizione dell'autorità giudiziaria, che disporrà l'autopsia. Non riuscendo a mettersi in contatto con loro, la donna si e' recata a casa e ha trovato i due corpi in cucina.

A Savona invece, una donna di 58 anni è morta questa mattina per una grave intossicazione da monossido di carbonio. Dal casolare non e' arrivato alcun segno di vita: cosi' la madre di Mattia ha telefonato al 112 chiedendo aiuto. Il tremendo ritrovamento è stato fatto da una delle figlie dei due. La procura del capoluogo friulano ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, mentre l'impianto è stato posto sotto sequestro e sarà sottoposto a una perizia per capire le cause di un eventuale malfunzionamento.

Hayet Maatoug era nota in città per essere la presidentessa dell'Associazione Amici del Mediterraneo e per il suo lavoro presso l'anagrafe del Comune. Una sua parente è adesso ricoverata in gravi condizioni all'ospedale San Paolo.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.