Torino, Mazzarri: "Credo di conoscere bene tutti i sistemi di gioco"

Walter Mazzarri con il presidente del Torino Urbano Cairo

Walter Mazzarri con il presidente del Torino Urbano Cairo

Come al solito, il tecnico serbo ha utilizzato interviste e conferenze stampa per lanciare messaggi molto diretti ai suoi giocatori.

Contro il Bologna il neo allenatore granata punterà quindi su "chi avrà più energie fisiche, dopo un derby dispendioso". La continuità è molto importante, e questo vale per tutti - anche per una società di calcio. "Sono certo che faremo bene insieme". A seguire il salto di qualità in massima serie con la Reggina, in cui ottiene un'insperata salvezza nel 2007 con i calabresi, che a seguito del processo di Calciopoli, iniziarono il campionato con la zavorra di quindici punti di penalità. Ho rivisto le rose del Napoli di quegli anni e devo dire che il mister ha fatto un lavoro straordinario. A livello superficiale, basta questo dato a inquadrare l'involuzione nel gioco, che non si è riflessa sulla classifica, praticamente identica a un anno fa, ma ha invece deluso le ambizioni dei tifosi e della società, da tempo in attesa di scalare il gradino che separa il Toro da un piazzamento europeo. L'esperienza mi dice che prima devo guardare il valore dei giocatori. E al momento sono carico ed un pizzico emozionato. Credo di conoscere bene tutti i sistemi di gioco. Dopo un'ora e mezza di allenamento diventa difficile svoltare. Vedremo se questi ragazzi ci daranno subito soddisfazioni.

Poi intorno a mezzogiorno attraverso il sito internet del Torino, dopo aver ringraziato Sinisa per il lavoro svolto in quest'anno e mezzo, viene ufficializzato l'esonero. "Ci sono stati contatti anche prima che prendessimo Mihajlovic". Mihajlovic li ha difesi, elogiati, esortati e minacciati, ma ha ricavato da entrambi meno di quanto si aspettasse.

Su Mazzarri - "Ho sempre visto una persona totalmente determinata". Poi è ovvio che in certe occasioni ho lasciato spazio al talento, perché la cosa importante è avere sinergia con la squadra.

NIANG - "Niang è un ragazzo che conosco, è un bravo ragazzo". Quando l'ho avuto in Inghilterra, per qualche partita l'ha fatto. La cosa importante è fare i tre punti. Ed ecco giunti al presente, con la chiamata da parte del Torino, squadra ambiziosa che punterà, nel girone di ritorno, ad acciuffare l'ultimo vagone utile per tornare in Europa. "Davvero, non per fare pretattica".

L'addio a Mihajlovic non è stato traumatico perché Cairo lo ha compiuto velocemente e senza indugi. Sui moduli, posso insegnare tutti i moduli nel modo migliore. "Il modulo va cucito addosso alla squadra". Un colpo di scena che avrebbe sorpreso anche molti giocatori del Torino. Sto facendo la spugna, cercando di capire il più possibile e riferire alla società.

Prima della gara tra Bologna e Torino, Berenguer è intervenuto ai microfoni di Sky Sport. Non dico altro perché sono scaramantico. "Intanto cominciamo ad essere positivi e poi vediamo". Dobbiamo migliorare di partita in partita. Ho sempre visto in Mazzarri una persona attenta al dettaglio.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.