Torino, via Mihajlovic: adesso è ufficiale. Mazzarri il favorito dei granata

Torino come cambiano i granata con l’arrivo di Walter Mazzarri

Torino come cambiano i granata con l’arrivo di Walter Mazzarri

Tanto è durata l'avventura di Sinisa Mihajlovic sulla panchina del Torino.

Fatale al tecnico serbo la sconfitta ai quarti di finale di Coppa Italia nel derby con la Juventus. Troppi pareggi, ben 10, e una squadra di certo non spietata contro le piccole, visto che non è riuscita a vincere con Verona, Spal, Crotone e, nell'ultima giornata, Genoa. La domanda che gli appassionati di calcio oggi si pongono è se il tecnico toscano sia in grado di ripetere le grandi stagioni di quando guidava la Reggina, la Sampdoria o il Napoli, o se invece si tratta per l'ex tecnico dell'Inter di aver imboccato la parabola discendente della sua carriera. La notizia del licenziamento di Mihajlovic non ha sorpreso il cuore del tifo granata, consapevole delle tante problematiche (soprattutto in zona gol) incontrate dal Toro in questi primi sei mesi di campionato. Fortemente voluto dal presidente Urbano Cairo, l'allenatore di San Vincenzo è chiamato a riportare entusiasmo e a restare in scia delle squadre in lotta per un posto in Europa League. L'anno scorso era al Watford, dove ha conquistato una salvezza anticipata ma è stato esonerato a causa della mancata conoscenza dell'inglese. Stando ad alcune indiscrezioni il contratto che ha firmato lo legherà ai granata fino al 2020. A Mazzarri il compito di riuscire laddove ha fallito Sinisa.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.