Inter, Spalletti ora pretende una reazione decisa: l'allenatore non accetterebbe…

Serie A le probabili formazioni di Inter-Lazio

Serie A le probabili formazioni di Inter-Lazio

Ultima sfida dell'anno a San Siro per l'Inter di Luciano Spalletti che sarà impegnata contro la Lazio alle 18 di domani. Sapendo che siamo forti non potremo mai essere in grande difficoltà se non vogliamo esserlo, abbiamo le soluzioni e lo abbiamo mostrato. Abbiamo fatto tutto da soli e così possiamo trovare la soluzione. E di conseguenza riesci a trovare la forza per reagire ed essere pronto nella ricerca del tuo obiettivo. Nessuno ti dà la soluzione, noi abbiamo determinato che ci potessero dire qualcosa avendo fatto prima delle cose eccezionali. C'è un processo di cose da fare ben riconoscibile e poi dobbiamo mettere a punto i comportamenti che dobbiamo avere. Noi non vogliamo essere in difficoltà. Ci sono molte postazioni intorno ai giocatori, girano tante voci, però lui professionalmente è un ragazzo corretto. "Siamo sempre stati e lo saremo fino in fondo a rischio per il quarto posto, ma questi giocatori sono credibili". Giornalisti, tifosi avversari, chiunque voglia parlare di Inter. Sono i dati che parlano e dicono ciò che abbiamo fatto da quando sono arrivato ad Appiano. Questo contesto ti restituisce la forza che hai.

"Nelle ultime due partite perse non ho visto una squadra nei guai, può succedere ma per andarci totalmente dobbiamo metterci del nostro. Io rimango sulla mia idea iniziale, mi piacciono i giocatori che alleno". "Se vuoi giocare di più devi giocare bene". Se uno fa un contrasto forte tutti ne seguono l'esempio. Se qualcuno pensa di andare via a gennaio è chiaro che si autoimposta dei limiti, ma fino ad ora non sono dovuto intervenire in questo senso. Ora avendo anche più cura è più facile capire come interpreta il suo gioco, ha fatto due buone partite e migliorerà. Mi dispiace che gli siano capitati palloni da buttare dentro senza sfruttarli. "All'Inter non ci si nasconde, c'è da andare addosso agli altri". Abbiamo a che fare con degli spaventatori professionisti. "In questo momento farei più un passo indietro che un passo avanti". Non tirando il cappello per aria per tirar fuori un'altra soluzione che potrebbe non funzionare. "Le scelte saranno molto simili a quelle fatte fino ad ora perché mi sembra giusto così".

È soddisfatto del percorso di Cancelo finora? . Questo lasciarlo libero e coprirgli un po' le spalle lo dobbiamo fare, però queste qualità offensive le aveva e le ha. Cancelo? Ha delle conoscenze superiori della fase difensiva, e per noi è importante perché abbiamo degli equilibri sottili. Nessun alibi: la squadra ha le qualità per uscire da questo momento senza puntare su fattori esterni. A gennaio possa dire quello che gli pare, finché i direttori, finché Ausilio che tu sei il giocatore di un'altra squadra. i giocatori possano dire quello che gli pare, ma decidiamo noi. La Lazio è bravissima a ribaltare l'azione a campo aperto. Il tecnico di Certaldo sa che bisogna cambiare rotta, tanto che sarebbe disposto ad accantonare il suo fedele 4-2-3-1 per passare al 4-4-2 con qualche cambio di giocatori.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.