Patrimonio confiscato di 10 milioni di euro all'Ex deputato Matacena

Matacena Dubai

Matacena Dubai

Per questo giovedì mattina è scattato un nuovo sequestro e confisca di beni per l'armatore ed ex parlamentare di Forza Italia, condannato a tre anni di reclusione con sentenza definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa e attualmente latitante a Dubai. Poi è rimasto coinvolto nelle indagini della Diae coordinate dalla Dda che hanno portato all'emissione diordinanze di custodia cautelare in carcere, oltre che nei suoiriguardi, anche a carico di sua moglie Chiara Rizzo, perintestazione fittizia di beni, e dell'ex Ministro dell'InternoClaudio Scajola, per averlo aiutato a sottrarsi alla cattura.

Entrambi, insieme al braccio destro di Matacena, Martino Politi, e alla storica segretaria, Mariagrazia Fiordelisi, stanno affrontando il processo, mentre da Dubai l'ex parlamentare di Forza Italia si dichiara "un perseguitato". Il provvedimento e' stato emesso dalla Corte d' Assise d'Appello di Reggio Calabria su proposta della procura generale.

La Corte d'Assise ha quindi stabilito che "parte dei beni che costituiscono il patrimonio del Matacena sono frutto di attività illecite e/o di ripiego dei loro proventi", ravvisando "una oggettiva, quanto marcata sproporzione" tra gli investimenti effettuati e i suoi redditi dichiarati. "Per quelle estere abbiamo agito attraverso una serie di rogatorie internazionali, ma in alcuni casi - dice Petralia - continuiamo a scontrarci la mancanza di accordi di collaborazione con una serie di Paesi". Matacena, secondo le accuse mossegli, sarebbe stato l'uomo politico di riferimento delle cosche di 'ndrangheta reggine per salvaguardare i loro interessi. La confisca, eseguita dalla Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria, riguarda 12 società, operanti prevalentemente nel settore armatoriale, edizilizio e immobiliare, di cui 4 con sede in Italia (a Villa San Giovanni, Reggio Calabria e Roma) e 8 all'estero (Isole Nevis, Portogallo, Panama, Liberia e Florida), conti bancari, 25 immobili aziendali e un traghetto di oltre 8.100 tonnellate di stazza, utilizzato per attività di traghettamento veicoli e passeggeri nello Stretto di Messina. Del resto, nei confronti del sistema giudiziario il politico armatore ha sempre avuto un atteggiamento quanto meno disinvolto.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.