Verona, città malata da slot machine

Cagliari brucia 116 milioni euro all'anno nel gioco d'azzardo:

Cagliari brucia 116 milioni euro all'anno nel gioco d'azzardo: "È una piaga sociale"

Novantacinque miliardi di euro. La palma della più azzardosa va a Prato, in Toscana, la provincia con la giocata pro capite più alta in Italia: 2377 gli euro spesi a testa nel 2016. I numeri sono impressionanti, qui da noi abbiamo una media di 880 euro a testa. Il numero degli apparecchi attivi sul territorio è di oltre 400mila, così divisi: 354.905 slot e 54.262 vlt. L'inchiesta e il database sono stati presentati ieri presso la Sala Stampa della Camera dei deputati.

"I dati forniti dal Lab del Gruppo Espresso hanno il merito, tra i tanti, di far uscire la piaga del gioco d'azzardo, soprattutto per i piccoli Comuni, dall'ambito tipicamente paesano del commento sussurrato e del 'si dice' e da una certa diffusa omertà riconducendolo a quello, drammatico ed oggettivo, fornito dai dati certi". Di questi 38,32 milioni di euro, 19,9 milioni di euro sono stati giocati su Awp, 18,5 milioni di euro su Vlt, acronimi rispettivamente di Amusement with Prizes e Video Lottery Terminal, più note come slot o new slot e video lottery: questi apparecchi si differenziano anche per tipo di gioco, puntata e vincita massima e regole di collocazione. Tanto hanno speso i vibonesi nel 2016 per corteggiare la sfuggente dea bendata nei 371 punti slot presenti a Vibo, undici ogni mille abitanti in un comune che ne conta 33.742. E se vogliamo contestualizzare quanto è questo valore in termini di vita quotidiana, considerate che il reddito pro-capite dei modenesi è pari a 24.277 euro, perciò significa che il 5,6% dello stipendio finisce in slot machine. Incidenza della presenza delle slot è pari a 14,1 su 100 abitanti. Quinta la Campania: 5 milioni 839mila abitanti e 3 miliardi 868 milioni spesi. Terra di giocatori, invece, Capo d'Orlando con 874 euro pro capite. Da notare che, insieme ad Abruzzo e Lazio, è la prima regione italiana per numero di Vlt per 1.000 abitanti. Boom anche a Castellammare, dove la somma è di quasi 500 euro. Soffermandosi sulle giocate totali, troviamo ben 4 province nella top 30 nazionale: Bologna, Modena, Reggio Emilia e Piacenza. A livello regionale Verona segue Venezia con 1.067 euro pro capite messi nelle macchinette, ma rispetto al 2015 il dato è in diminuzione nella provincia scaligera.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.