Il biotestamento diventa legge. Quali le novità?

Credit ASTIER  BSIP

Credit ASTIER BSIP

Contro il testo hanno votato i cattolici di alternativa Popolare e i partiti di centro-destra, dalla Lega a Forza Italia.

Ma andiamo con ordine e vediamo le novità punto per punto. Ha, inoltre, il diritto di revocare in qualsiasi momento il consenso prestato, anche quando la revoca comporti l'interruzione del trattamento, ivi incluse la nutrizione e l'idratazione artificiali.Tuttavia, va ribadito che il rifiuto del trattamento sanitario indicato o la rinuncia al medesimo non possono comportare l'abbandono terapeutico.

La legge tutela il diritto alla vita, alla salute, ma anche il diritto alla dignità e all'autodeterminazione, il testo dispone che nessun trattamento sanitario può essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata.

'Nella relazione tra medico e paziente - si legge nell'articolo 4 - rispetto all'evolversi delle conseguenze di una patologia cronica e invalidante o caratterizzata da inarrestabile evoluzione con prognosi infausta può essere realizzata una pianificazione delle cure condivisa tra il paziente e il medico, alla quale il medico è tenuto ad attenersi qualora il paziente venga a trovarsi nella condizione di non poter esprimere il proprio consenso o in una condizione di incapacità' (Ansa, 14 dicembre).

In previsione di una futura incapacità a decidere o a comunicare, la legge permette anche di stabilire in anticipo attraverso le Disposizioni anticipate di trattamento (DAT) a quali esami, scelte terapeutiche o singoli trattamenti sanitari dare o non dare il proprio consenso. "Le Dat sono sempre revocabili e la revoca può avvenire anche oralmente davanti ad almeno due testimoni.A Capannori abbiamo anticipato la politica nazionale introducendo il registro per il testamento biologico quindi questo passo avanti della legislazione italiana ci riempie di orgoglio". La persona può indicare altresì una persona di sua fiducia ("fiduciario"), persona maggiorenne, capace di intendere e di volere, che ne faccia le veci e lo rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie. Nel caso il fiduciario venga a mancare o rinunci, le Dat mantengono comunque la loro efficacia sulle preferenze espresse dalla persona. Mentre per coloro che fruiscono dell'amministratore di sostegno dipenderà da caso a caso. 'Cura' intesa quindi come farsi carico del malato in modo complessivo, cioè considerando sempre che si cura la persona e non solo un corpo.

Come anticipato, nel caso di minori, il consenso informato è espresso dai genitori.

L'altro grande vulnus globale di questa norma riguarda la sua mancanza di vincolo (e persino di solo riferimento) alla effettiva condizione clinica attuale del paziente, così che la formazione ed espressione delle sue volontà di cura risultano di fatto indipendenti dal tempo ("ora per dopo"), dalla corretta informazione, dalle condizioni psicologiche del dichiarante, dalla gravità della malattia e dal grado di proporzionalità clinica delle cure offerte. Atto pubblico o scrittura privata dice il testo. Al momento, la sola eutanasia che vedo è quella clandestina che si pratica ampiamente negli ospedali e nelle cliniche anche cattoliche: 20mila casi ogni anno, secondo una ricerca ponderosa dell'Istituto Mario Negri diretto dal professor Silvio Garattini. Valgono videoregistrazioni e altri mezzi di comunicazione usati dal paziente. Vanno aggiornate nelle modalità di presentazione se non conformi alla legge. In questi casi per la legge sul biotestamento appena approvata il personale sanitario deve astenersi dal ricorso a trattamenti inutili e sproporzionati, ma è tenuto invece ad applicare terapie per diminuire le sofferenze del paziente fino, quando i sintomi si dimostrino refrattari, a condurlo alla sedazione profonda continua.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.