Mps. Processo appello derivato 'Alexandria': assolti Mussari, Vigni e Baldassarri

Bloomberg via Getty Images

Bloomberg via Getty Images

Tutti assolti in appello a Firenze gli ex vertici di Mps, Giuseppe Mussari, Antonio Vigni e Gianluca Baldassarri, per l'accusa di ostacolo alla vigilanza legata al presunto occultamento del contratto quadro del derivato Alexandria. "Le sentenze non si commentano ma si rispettano, sia quelle d'assoluzione sia quelle di condanna" ha detto il pm di Siena. In primo grado erano stati condannati, a Siena, a tre anni e sei mesi e interdetti per cinque anni dai pubblici uffici.

LA RICHIESTA DELLA PROCURA - Durante il processo d'appello, il sostituto procuratore generale Vilfredo Marziani aveva chiesto per gli imputati un aggravamento della pena: 7 anni di reclusione per Mussari e 6 anni per Vigni e Baldassarri.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Questa l'accusa, per quelli che sono stati i super vertici del Monte dei Paschi di Siena (l'ex presidente Giuseppe Mussari, l'ex direttore generale Vigni e l'ex capo dell'area finanza Baldassarri).

LEGALE MUSSARI - "Ho subito chiamato Giuseppe Mussari al telefono". Secondo i giudici della Corte di Appello di Firenze, infatti, tutto si è svolto alla luce del sole: nessuno ha nascosto a Consob e Bankitalia il contratto sui derivati che ha affossato la banca più antica del mondo. Al momento della lettura era presente in aula solo Gianluca Baldassarri, l'unico in tutta la lunga vicenda ad aver fatto anche circa 8 mesi di carcere. La terza sezione penale della Corte d'appello di Firenze ha di fatto accolto la tesi delle difese che avevano sottolineato come il contratto stipulato da Rocca Salimbeni con i giapponesi di Nomura per la ristrutturazione di Alexandria, fosse sempre stato a disposizione degli ispettori di Bankitalia perché contenuto nel 'Deed of amendment', ossia l'integrazione di quel contratto con Nomura.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.