Allegri: "Contro l'Olympiakos è dentro o fuori. Chiellini out, Buffon e Pjanic…"

Allegri “Con l’Olympiacos dobbiamo vincere. Buffon e Pjanic in dubbio”

Allegri “Con l’Olympiacos dobbiamo vincere. Buffon e Pjanic in dubbio”

Sono in dubbio per via di un affaticamento muscolare Buffon e Pjanic.

I blackout del passato servono, sono serviti e devono servire per non fare sempre gli stessi errori.

"Domani Higuain gioca. Sta bene sia fisicamente sia mentalmente. e' tornato disponibile anche Mandzukic, e gioca. Non ci sono spiegazioni perché a volte le annate vanno in un modo e a volte vanno in un altro". Domani è il primo obiettivo della stagione, in campionato il tempo per recuperare c'è in Champions no. O vinciamo o rischiamo di essere eliminati. Dybala? Sarà un test importante per lui perché deve pretendere di più da se stesso e deve tornare a fare prestazioni del livello che gli competono e domani deve provare ad essere decisivo. "Il risultato di Napoli ci deve dare una spinta in più". Allegri ha impacchettato il Napoli di Sarri venerdì sera, ma il compito che gli toccherà domani sera - e in seguito sabato - è ancora più difficile. Quello che conta è lo spirito: a Napoli avremmo dovuto essere delle vittime sacrificali, invece i ragazzi sono stati meravigliosi. In uno stadio piccolo (33 mila posti) ma turbolento la Juve si gioca il primo obiettivo stagionale e deve dribblare solo una congiunzione astrale, così negativa da sembrare quasi impossibile: solo la mancata vittoria ad Atene e il contemporaneo successo dello Sporting Lisbona a Barcellona costerebbero l'eliminazione alla squadra di Allegri. A Napoli abbiamo giocato con i 4 in mezzo al campo ma c'era Matuidi e non Mandzukic e dall'altra parte c'era Douglas Costa. È fondamentale avere voglia di non prendere gol, di fare una corsa in più... Oltre alla qualità della rosa della Juventus, soluzione a tutti i problemi: "Se non dovesse giocare Buffon, giocherà Szczesny, quindi siamo coperti, mentre se Pjanic non dovesse farcela sono pronti Marchisio, Bentancur e Khedira". "In questo momento non posso rischiare". Perché parlo di marzo? Domani dobbiamo segnare perché dobbiamo vincere senza prenderlo. "Queste però sono già grandi sfide, e le grandi sfide sono quelle che creano adrenalina ed emozione, sono belle da giocare". "Abbiamo affrontato la gara con la mentalità che è nel DNA del club".

Su Benatia: "E' un grandissimo difensore, per noi è fondamentale".

"Può fare a differenza, sa creare la superioritò nell'uno contro uno".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.