Incredibile Lippi, smentisce Tavecchio: la pagliacciata continua

Incredibile Lippi, smentisce Tavecchio: la pagliacciata continua

Incredibile Lippi, smentisce Tavecchio: la pagliacciata continua

Dopo le esternazioni dell'ex presidente della FIGC Carlo Tavecchio, che lo ha chiamato in causa, ha preso la parola Marcello Lippi. Il ct dell'Italia campione del Mondo 2006 aveva taciuto nei giorni scorsi. Io ho il mio lavoro in Cina e sono tranquillo. No era uguale”, “Ieri sera il presidente del Coni ha detto che il ct lo ha scelto Lippi. Secondo voi le 4 squadre in Champions sono venute perché Tavecchio ha la giacca blu o perché abbiamo cambiato gli equilibri europei? "Tutto vero quel che ha detto Malagò, tranne una cosa: non ho scelto io Ventura". Mi hanno offerto di diventare direttore tecnico, supervisore. A dire il vero. Tavecchio era preoccupato dalle sue richieste economiche, ma Lippi disse che non era problema di soldi. Avrei dovuto trovare l'allenatore giusto per la nazionale. Poi sono andato in Federazioni riportando le mie impressioni, elencando pregi e difetti di ciascuno. Tra l'altro Ventura è un'ottima persona e quando è stato scelto nessuno ha avuto da ridire. 'Allora scegliamo Ventura'. Così ho firmato un pre-contratto e poi abbiamo parlato con Ventura. Ora lo sapete". Al presidente è stato chiesto quali siano stati i suoi errori più gravi: "Tavecchio ha risposto di aver sbagliato nel non intervenire nell'intervallo della partita di Milano tra Italia e Svezia per cacciare Ventura, colpevole di aver sbagliato atteggiamento e formazione nella doppia sfida valida per l'accesso ai Mondiali. Aveva firmato lui lo statuto, com'è possibile che non se ne fosse ricordato? Né UvaTavecchio. Ero in Cina ad occuparmi delle mie cose. Io non ho mai scelto l'allenatore. Ho solo riportato quello che avevo dedotto dai miei colloqui.

"Non si parla di altro che di Marcello Lippi". Ho un contratto con la Federcalcio cinese fino al 2018 e probabilmente rinnoverà fino al 2022.

"Io non parlo di cene private", e poi la racconta pari pari nella parte che gli interessa e lo fa comodo. Non vedo come potrei farlo ora visto che non l'ho fatto prima. Bisogna pensare prima a riorganizzare una federazione che si occupi di calcio. Questa è la cosa più importante. Certo una figura come quella di Ancelotti non ha bisogno di consigli vista la sua esperienza a livello internazionale. In Federazione serve gente che sappia occuparsi di calcio. Molti, però, hanno comunque attribuito alle prime mosse di Lippi la scelta di Ventura come successore di Conte sulla panchina azzurra.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.