In casa Disney-Pixar John Lasseter si ferma sei mesi

La Weinstein-mania colpisce la Pixar sotto accusa il

La Weinstein-mania colpisce la Pixar sotto accusa il"papà di Toy Story e Cars Oggi alle 10

È stato The Hollywood Reporter, in un lungo articolo, ad indicare in John Lasseter, direttore creativo dell'intera divisione animata Disney, ovvero sia dei Walt Disney Animation Studios che dei Pixar Animation Studios, l'autore di una condotta riprovevole nei confronti di collaboratrici e colleghe. E' stato portato alla mia attenzione che ho reso qualcuno di voi disprezzato e non a suo agio. La Jones, che non ha ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito, apparirà comunque nei crediti del film come co-sceneggiatore insieme a McCormack.

"Apprezziamo il candore e la sincerità delle scuse di John e sosteniamo a pieno il suo periodo di aspettativa", si legge invece nella nota della Disney. Inoltre, altri impiegati in anonimato affermano che John Lasseter avesse il vizio di bere durante le ore d'ufficio e che le sue "eccessive manifestazioni d'affetto", contornate da abbracci e baci indesiderati, oltre a commenti su vari attributi fisici, fossero all'ordine del giorno. Vincitore di due Oscar, ha diretto solo 5 delle sue numerose e popolarissime creazioni cinematografiche: Toy story 1 e 2, A bug's life, e da quando la Pixar è stata acquisita dalla Disney, Cars e Cars 2 (2006, 2011).

Si allarga in maniera clamorosa lo scandalo molestie negli Stati Uniti, iniziata con il caso Weinstein. "Voi per me siete tutto il mio mondo e mi scuso dal profondo se vi ho deluso".

Lasseter ha deciso di allontanarsi per sei mesi dai lavori sui prossimi lungometraggi della Pixar confidandosi ai propri impiegati attraverso una e-mail che è stata ripresa dalla stampa internazionale. "Non importa quanto fosse benigno il mio intento, chiunque ha diritto di instaurare dei confini personali che devono essere rispettati". Condividiamo il desiderio di rinforzare la cultura del rispetto che è alla base dei successi dei nostri Studios da sempre. Siamo d'accordo che il primo passo in questa direzione sia che io mi prenda del tempo per riflettere su come andare avanti. Allontanarsi ora da un lavoro a me tanto caro e per un gruppo che stimo tantissimo, composto non da artisti ma da persone, è molto difficile.

Lasseter ha comunicato di essersi preso un periodo di assenza di sei mesi dalla Pixar, ammettendo di avere avuto delle sgradevoli conversazioni e dei non meglio precisati errori nella propria condotta.

Sono veramente orgoglioso di questo gruppo, e so che continuerete a meravigliare il mondo anche senza di me.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.