Domenica 18 novembre la Giornata in memoria delle vittime della strada

Oggi la “Giornata mondiale in memoria delle vittime della strada”

Oggi la “Giornata mondiale in memoria delle vittime della strada”

Oggi, domenica 19 novembre, come avviene ogni anno la terza domenica del mese, ricorre la "Giornata mondiale in memoria delle vittime della strada", un momento di ricordo e riflessione per le vittime di incidenti stradali ed ai loro familiari, proclamato per la prima volta dall'ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) nel 2005, per contribuire al cambiamento delle abitudini negative degli automobilisti.

La sicurezza stradale, ancora oggi, è uno dei maggiori problemi che i Paesi europei devono affrontare per ridurre il numero di vittime e feriti. Nell'anno 2016, il numero di incidenti subiva un incremento fino a raggiungere quota 1087 (+ 60 unità), anche gli incidenti con feriti subivano un andamento ascendente sino a raggiungere le 526 unità (+38), con 872 persone ferite (+117).

L'obiettivo dell'Unione Europea è una ulteriore riduzione del 50% delle vittime nei prossimi 10 anni.

Già da anni in ambito nazionale è stato intrapreso un complesso percorso per fronteggiare il fenomeno dell'incidentalità. Unico anno che ha fatto registrare un'inversione di tendenza nel trend positivo in termini di incidentalità di tipo mortale è stato il 2015 con 3.428 decessi ( +1.4% rispetto al 2014). Nello specifico, sui principali assi viari quali le strade provinciali n. 522 Pizzo - Tropea, n. 17 che congiunge il capoluogo con Tropea dal Monte Poro, n. 97 Vibo Valentia - svincolo Sant'Onofrio e le strade statali n. 18 Pizzo - Mileto e n. 182 delle Preserre Calabre, si sono verificati complessivamente 79 incidenti nel 2017, mentre sono stati 84 nello stesso periodo dell'anno precedente (diminuzione del 6%); le cause dei sinistri sono da ricercare anche in questo caso nell'eccessiva velocità o nelle distrazioni alla guida, con una percentuale dovuti all'assunzione di alcol e droga pari al 7%.

Oggi la “Giornata mondiale in memoria delle vittime della strada”

Le violazioni al Codice della Strada più sanzionate risultano, infatti, l'eccesso di velocità, la precedenza, il mancato utilizzo dei dispositivi di sicurezza e l'uso di telefono cellulare durante la guida.

In queste occasioni la memoria va a tutte le vittime di incidenti, compresi gli appartenenti alle Forze di Polizia che sono sulla strada tutti i giorni per compiere il loro dovere. Da sempre gli operatori della Polizia Stradale indossano una divisa, tessuta da impegno, sacrificio, abnegazione: i valori fondanti del loro operato che consentono loro di vivere con prossimità e grande sensibilità la missione, spesso eroicae dolorosa che sono chiamati a svolgere.

Da molti anni si parla ormai di programmi integrati di sicurezza stradale, con numerosi progetti sulla sicurezza stradale istituiti dal Dipartimento, attraverso i quali la Sezione Polizia Stradale di Napoli, effettua numerosi interventi sulla sicurezza stradale collaborando con Enti Locali, associazionismo ed in particolare in diversi istituti scolastici della Provincia di Napoli ove vengono effettuati numerosi incontri.

Il focus è quello di far comprendere che i comportamenti errati non espongono semplicemente a sanzioni, ma mettono in pericolo la propria e l'altrui incolumità con conseguenze spesso irreversibili.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.