Pordenone, vittima di pedofilia accoltella il suo presunto 'orco' dopo anni

Vittima di pedofilia quando era minorenne accoltella il suo

Vittima di pedofilia quando era minorenne accoltella il suo "orco" e si costituisce

L'episodio è avvenuto a San Vito al Tagliamento (Pordenone).

In un primo momento il giovane si è dato alla fuga, poi si è costituito dopo che i carabinieri erano sulle sue tracce, indirizzati dalle indicazioni fornite dal ferito.

Poco dopo la mezzanotte, un 23enne friulano che in passato ha denunciato di essere stato vittima di alcuni episodi di pedofilia subiti quando era ancora minorenne ha accoltellato il suo presunto violentatore. Il 48enne sarebbe un medico ed ex allenatore della squadra di calcio giovanile del luogo.

Il medico ha sempre respinto ogni accusa, sebbene fosse finito anche agli arresti domiciliari e si atuttora sotto processo con l'accusa di abusi.

Ha deciso di ricorrere alla vendetta personale e a rendere pan per focaccia a colui che gli aveva rovinato la vita. Nei computer del professionista, a casa e al lavoro, erano state trovate immagini pedopornografiche di cui, però, l'uomo aveva sempre negato la paternità. Le indagini sono state coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia, che si occupa delle indagini relative all'adescamento di minori via internet. L'accoltellamento è avvenuto nella casa dell'uomo: sarebbe stato quest'ultimo, prima di perdere i sensi, ad indicare ai soccorsi intervenuti sul posto e poi ai Carabinieri, l'identità del suo aggressore, che già conosceva. È stato sottoposto a un intervento chirurgico di urgenza per fermare una vasta emorragia. La prognosi sulle sue condizioni resta strettamente riservata.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.