Italia, la carica di Maldini: "Con la Svezia vorrei giocarla anche io"

Maldini “Teso come se dovessi giocare ma l’Italia ce la farà anche questa volta”

Maldini “Teso come se dovessi giocare ma l’Italia ce la farà anche questa volta”

"Sono teso, e' una partita molto importante e non oso immaginare un Mondiale senza l'Italia". La partita in Svezia sicuramente non è stata bella, perché l'Italia è molto superiore e non è stata capace di controbattere su ciò che sono le loro forze. "Per quanto sono stato capitano e giocatore di questa Nazionale avverto tutta la tensione del momento". Così Paolo Maldini, ex capitano azzurro e del Milan vive la sfida decisiva di San Siro fra Italia e Svezia. In queste occasioni non bisogna dire molto, le motivazioni emergono in modo naturale, vengono da sole. Io ricordo compagni che preferiva giocare fuori casa: "è una questione di personalità e feeling con uno stadio così imponente".

Perché si è arrivati a questo punto? C'era la possibilità concreta di disputare lo spareggio. C'è stato un robusto cambio generazionale ma anche tante problematiche.

Un futuro lontano dal Milan invece potrebbe averlo l'attuale dirigente Mediaset Adriano Galliani che nelle scorse settimane è stato accostato al Real Madrid come "consigliere" di Florentino Perez, suo grande amico.

"C'era stata una chiacchierata amichevole con la Federazione, ma non se n'è fatto niente". Non ho sentito nessuno e non ho dato risposta positiva o negativa. Se ci saranno delle condizioni ideali, potrei tornare dentro il mondo del calcio. "Ma solo al Milan o con la Nazionale".

"E' una delle partite che avrei voluto giocare: l'Italia però deve e farà di tutto per passare".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.