Cesare Battisti : Una trappola quel viaggio verso la Bolivia

Agenti penitenziari italiani mi uccideranno: Battisti ha paura dell'estradizione

Agenti penitenziari italiani mi uccideranno: Battisti ha paura dell'estradizione

Il suo è il solito, ennesimo, tentativo di deviare l'attenzione e per presentarsi come innocente, come una vittima. Cesare Battisti durante la sua intervista ha chiarito come non è assolutamente felice delle condanne ricevute in Italia, proclamandosi innocente. Visti gli interessi legati alla vicenda e l'attuazione dei trattati internazionali, esiste una possibilità di revisione.

Parole queste che Battisti ha pronunciato nel corso delle ultime settimane, giorni che sta affrontando con difficoltà, nervosismo e preoccupazione ma soprattutto assalito da un grande desiderio ovvero quello di rimanere in Brasile dove continuare a costruire la sua casa e dove vivere insieme alla sua famiglia.

Benché la sessione del Stf sia precedente all'entrata in vigore del nuovo provvedimento legislativo, si tratta di un principio di diritto internazionale che i giudici dovrebbero applicare immediatamente.

Alla domanda sul suo passato di violenza, Battisti risponde di aver compassione delle vittime. E non manca di precisare che "nel plenario" chiamato a decidere sul suo caso, "ci sono diverse voci, molte delle quali sono a mio favore".

Il quotidiano Il Tempo riferisce che Battisti sarebbe arrivato al punto di sostenere che Alberto Torregiani, ossia il figlio del gioielliere da lui ucciso secondo le sentenze della magistratura, starebbe mentendo essendo consapevole della sua innocenza. "Io ho 62 anni, ho moglie e figli, ho nipoti, già sono nonno". Tutto parte dalle affermazioni del latitante, dall'estero, sull'aver avuto una "relazione" con lui e di averlo "aiutato" a scrivere un libro.

Battisti sostiene poi di essere uscito dal gruppo "prima che iniziassero gli omicidi".

Dopo l'intervista di Cesare Battisti non sono tardate le repliche di Alberto Torregiani. Commentando il recente arresto, aveva dichiarato di non avere interesse a incontrarlo perché "non ha l'intenzione, l'atteggiamento, lo stato d'animo neanche di pensare di chiedere perdono". Come si può essere soddisfatti o fieri di tanta violenza, di tanti omicidi, di tanto sangue, da una parte come dall'altra. E' stata una cosa che non poteva dare risultati buoni per nessuno.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.