Pescara, giovane ucciso a fucilate in un pub: è caccia al killer

Agguato mortale dentro al pub 21enne ucciso con un colpo di fucile

Agguato mortale dentro al pub 21enne ucciso con un colpo di fucile

Per Antonio Bevilacqua - la vittima dell'agguato, classe 1996, qualche piccolo precedente penale - non c'è stato niente da fare.

Pescara, 16 set. (askanews) - Ha sparato con un fucile coperto da un passamontagna e poi è fuggito a piedi. Si tratta di un pregiudicato di Pescara che un'ora prima del delitto avrebbe avuto una lite con Bevilacqua nel ristopub "Birra Mi" di via Verrotti. Secondo quanto riportato dall'Ansa, una delle ipotesi privilegiate dal Nucleo investigativo di Pescara e del Gruppo di Montesilvano, che stanno svolgendo le indagini coordinati dalla Procura di Pescara, è che all'interno del locale prima dell'omicidio vi sia stato un diverbio al quale Antonio Bevilacqua ha preso parte. I pochi avventori presenti a quell'ora hanno visto il killer fuggire a piedi verso Montesilvano da solo, ma non si esclude che fosse atteso da un complice in un'auto parcheggiata al di fuori del raggio di azione delle telecamere interne ed esterne del locale e di altri negozi della zona. Il proprietario del locale, intercettato da Abruzzo Live, ha raccontato come, a suo dire, sono andate le cose:"Stavo spillando la birra, quando ho sentito un botto". Mi sono subito abbassato. "L'assassino ha agito a sangue freddo, con estrema calma". Ucciso Antonio Bevilacqua, rom di 21 anni. È stato tutto rapidissimo - aggiunge - subito dopo il killer è andato via con la stessa calma. Conoscevo Antonio, era un ragazzo di 20 anni, un bravo ragazzo. "Non veniva qui spesso".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.