Fatture a 28 giorni, l'Agcom avverte: cadenza mensile o sanzioni a operatori

Bollette telefoniche quattro settimane. Governo pronto a legge. Due sistemi rimborso subito

Bollette telefoniche quattro settimane. Governo pronto a legge. Due sistemi rimborso subito

Sul banco degli imputati ci sono i colossi della telefonia italiana: Fastweb, Wind Tre, Vodafone e Tim. Nei prossimi giorni si attendono altri botta e risposta sulle fatture a 28 giorni tra Agcom e Gestori. Sempre l'Agcom ha inflitto per lo stesso motivo una maxi multa di 500 mila euro a Wind ma, a quanto pare, l'importo dell'ammenda non riesce a dissuadere i colossi del mercato dal porre in essere pratiche sleali.

Il richiamo finale è alla pay Tv Sky, che da ottobre rimodulerà il periodo di tariffazione con canoni a 28 giorni invece di 30.

Vista la situazione, potrebbe presto muoversi il parlamento.

Il garante delle comunicazione ha infatti l'obbiettivo principale di garantire ai consumatori di poter controllare e comparare in maniera semplice i prezzi dei vari operatori telefonici e i propri consumi di spesa mensili-annuali. Capofila di questa battaglia a tutela dei consumatori la deputata del Partito Democratico, Alessia Morani. Tra le misure in fase di adozione, assume particolare rilievo quella volta ad evitare il rischio di attivazioni indesiderate: la soluzione adottata si basa su un meccanismo di doppio click e su una corretta gestione della pagina informativa, nonché sulla tracciabilità delle azioni dell'utente ottenuta grazie al controllo, a cura degli operatori di telefonia, dei due tasti che consentono di abbonarsi al servizio. Vedremo cosa accadrà e, soprattutto, come si pronuncerà il Tar cui si sono rivolti i gestori telefonici. Si tratta, quindi, di intervenire sbito.

Bollette telefoniche quattro settimane. Governo pronto a legge. Due sistemi rimborso subito

Il ministero dello Sviluppo sta anche valutando un "intervento normativo a supporto dei suddetti obiettivi".

Con un comunicato stampa, l'AGCOM ha fatto sapere di voler sanzionare gli operatori telefonici che hanno modificato unilateralmente i contratti firmati con i consumatori passando dalla tariffazione mensile alla tariffazione ogni 4 settimane. Difatti, la maggior parte delle offerte per la telefonia fissa e mobile attuate dai vari operatori telefonici, richiedono il pagamento ogni quattro settimane (ogni 28 giorni), in alcuni casi anche ogni otto settimane. E questo succede solo in Italia. "In caso contrario sara' inevitabile la class action del Codacons contro le aziende". L'inosservanza dei provvedimenti dell'Agcom incarna infatti il reato di cui all'articolo 650 del codice penale.

L'AGCOM aveva denunciato che il cambiamento della bolletta da mensile a 28 giorni avrebbe unicamente provocato un danno economico, quantificabile sul 8.5-9% al consumatore finale, dato che quest'ultimo si sarebbe ritrovare a pagare 13 rinnovi e non 12 ogni anno.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.