Vaccini, il Veneto fa marcia indietro. Sospesa la moratoria

Vaccini il Veneto fa marcia indietro Zaia sospende la moratoria   
                       
                
         Oggi alle 13:43- ultimo agg

Vaccini il Veneto fa marcia indietro Zaia sospende la moratoria Oggi alle 13:43- ultimo agg

"Dunque invito il presidente Zaia e il direttore Mantoan a rivedere la loro posizione alla luce dei dati epidemiologici e per la sicurezza delle famiglie" aveva accusato la ministra della Sanità Beatrice Lorenzin. Con la sua ansia di scontro con il governo su tutto - continua Ginato -, il presidente del Veneto continua a fare danni alla nostra regione.

Soddisfatto il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri: "La decisione della regione Veneto di sospendere il decreto di moratoria in materia di vaccini è molto saggia".

L'adozione di "un provvedimento correttivo, anche a tutela dei cittadini della sua Regione e in particolare dei minori che non possono vaccinarsi per motivi di salute e che per tale motivo necessitano della protezione "di gregge".

Così, ad esempio, il deputato del Partito Democratico Federico Ginato, vicentino, che commenta la sospensione del decreto regionale di moratoria sui vaccini come "un passo indietro che mette una pezza a una scelta irresponsabile e pericolosa".

Dal Pd del Veneto si parla di "retromarcia inevitabile, nell'interesse soprattutto di migliaia di bambini la cui salute sarebbe stata messa a rischio. Non a caso il Governo aveva già avviato le procedure per il ricorso". "È una vittoria dei genitori responsabili, nell'interesse dei figli di tutti - conclude -". Il governatore ha comunque annunciato di ritenere ancora valida l'interpretazione che era alla base del suo decreto e di essere pronto, dunque, a portare la questione di fronte al Consiglio di Stato.

"Risultano imbarazzanti le polemiche alle quali abbiamo assistito". La presentazione dei certificati, o delle autocertificazioni, è invece obbligatoria a partire da quest'anno scolastico, per l'iscrizione al nido e alla scuola dell'infanzia, secondo quanto previsto della legge Lorenzin.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.