Auto del futuro, joint venture Fca-Bmw: "Piattaforma per la guida autonoma"

ANSA        
          +CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

Mentre le indiscrezioni sugli interessi cinesi continuano a tenere banco, alimentando voci di cessioni e spin-off più o meno imminenti, Fca annuncia che si unirà al gruppo Bmw, Intel e Mobileye nello sviluppo di una piattaforma tecnologica per la guida autonoma.

La collaborazione rimane in linea con il piano di mettere su strada 40 veicoli autonomi sperimentali entro la fine del 2017.

Negli scorsi mesi Waymo, società nata dallo scorporo del programma self-driving di Google, aveva già utilizzato alcune Pacifica nei propri test, ma i nuovi modelli, sviluppati a stretto contatto dagli ingegneri Waymo e Chrysler, presentano una maggiore integrazione tra comparto elettrico, sistemi di controllo e soluzioni hardware/software per la tecnologia di guida autonoma. "La piattaforma sarà utilizzabile per la guida automatizzata dal livello 3 fino al livello 4/5 e potrà essere impiegata da diversi costruttori automobilistici nel mondo, pur mantenendo inalterata l'identità specifica dei rispettivi marchi".

FCA è il primo produttore che si aggiunge alla cordata e porta in dote, oltre a risorse ingegneristiche e tecniche, anche il suo presidio geografico e l'esperienza maturata sul mercato nordamericano: tutti elementi considerati di primaria importanza per un progetto che ha bisogno di sinergie ed economie di scala.

"Per migliorare la tecnologia di guida autonoma è fondamentale dar vita a partnership tra produttori di autoveicoli e fornitori di tecnologia e componenti - ha dichiarato il ceo Sergio Marchionne -".

L'intesa, aperta ad altri costruttori e aziende che operano nell'automotive, mira a sviluppare congiuntamente una piattaforma di guida autonoma con vari livelli di sofisticazione della scala riconosciuta dalla Society of Automotive Engineers (Sae): dal livello "3", dove è necessario che il guidatore rimanga vigile e intervenga sui comandi quando richiesto dall'automobile, al livello "5", con l'auto totalmente indipendente dal driver. "Diamo il benvenuto al contributo ed impiego da parte di Fca alla piattaforma della collaborazione, che ha fatto grandi progressi nel corso dello scorso anno e si sta velocemente avvicinando alla fase di validazione ed implementazione" dichiara il professore Amnon Shashua, presidente e Chief Technology Officer di Mobileye.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.