Attacco a UniCredit, sottratti i dati anagrafici di circa 400.000 clienti

Attacco hacker al colosso bancario: rubati i dati di 400.000 clienti

Attacco hacker al colosso bancario: rubati i dati di 400.000 clienti

Attacco hacker contro Unicredit. Potrebbe invece essere avvenuto l'accesso ad alcuni dati anagrafici e ai codici IBAN.

I dati di migliaia di persone sono stati prelevati ma al momento non risulta che i cybercriminali siano in grado di svolgere operazioni sui conti correnti, questa ovviamente è la principale preoccupazione per i clienti.

In seguito all'attacco, Unicredit ha provveduto alla stesura di un esposto alla Procura di Milano, al fine di informare le autorità competenti dell'accaduto e di avviare le indagini necessarie a risalire agli autori dell'attacco.

Per dare tutte le informazioni ai clienti e per verificare la sicurezza dai dati Unicredit ha istituito un numero verde, un numero è dedicato a chi vuole saperne di più (800 323285). "La tutela e la sicurezza dei dati dei propri clienti sono per UniCredit una assoluta priorità e nell'ambito del recente piano industriale Transform 2019 il gruppo sta investendo 2,3 miliardi di euro per rafforzare e rendere sempre più efficaci i propri sistemi informatici", queste le parole di conforto dell'UniCredit Group volte a tranquillizzare gli utenti della banca. I vertici di Unicredit in mattinata hanno fatto sapere di essere stati bersaglio di un violento attacco informatico dove sarebbe stati de-criptati dati per circa 400mila clienti italiani. Su questo tema sembra che la percezione di cosa sia sicuro e cosa no possa cambiare a seconda che a valutarla sia un cliente o un manager di una banca. Se ricordate, anche l'hacking dei fratelli Occhionero era partito dalle vulnerabilità esterne al sistema che avevano attaccato. Già l'anno scorso la Banca centrale europea preannunciava la creazione di un database per registrare e classificare episodi di criminalità informatica presso le banche dell'euro zona. Con il prezioso e qualitativo aiuto delle Istituzioni Preposte bisogna arrivare ad un programma e un network capace, in tempo reale, di allertare e contrastare!

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.