Dl Vaccini, via libera del Senato: il provvedimento passa ora alla Camera

Dl Vaccini, via libera del Senato: il provvedimento passa ora alla Camera

Dl Vaccini, via libera del Senato: il provvedimento passa ora alla Camera

È ricominciata un po' in ritardo, qualche minuto dopo le 15:00, la seduta del Senato in cui si continua a discutere il dl Lorenzin.

Quali sono le novità introdotte in fase di discussione in Senato? "Questo provvedimento è a tutela di tutti i bambini, anche di quelli che non si possono vaccinare". Immagino che - se ne hanno proposti 12 - lo abbiano fatto perché erano vaccini importanti...

(Fonte: Ufficio stampa Codacons) - Vaccini: via libera del Senato al Decreto.

VACCINI OBBLIGATORI E CONSIGLIATI - L'aula di Palazzo Madama ha confermato la riduzione da dodici a dieci dei vaccini obbligatori: l'anti-poliomielitica, l'anti-difterica, l'anti-tetanica, l'anti-epatite B, l'anti-pertosse e l'anti-Haemophilus influenzae tipo b. Inoltre, ai nati dal 2012 al 2016 sono offerte gratuitamente le vaccinazioni anti-meningococcica C e anti-pneumococcica, mentre ai nati dal 2017 quelle anti-meningococcica B, anti-meningococcica C e anti-pneumococcica e anti-rotavirus.

Infatti, incalza, "non consentiamo ad insegnanti e medici di dare il buon esempio, alleggeriamo le sanzioni fin quando al massimo non daremo un simpatico buffetto a chi non vaccina i propri figli senza motivo valido". La versione approvata invece si limita a prevedere la possibilità di prenotare i vaccini nelle farmacie convenzionate aperte al pubblico. Se una persona ha già contratto il morbillo, in altre parole, dovrà essergli garantita la possibilità di prendere un vaccino contro la parotite e uno contro la rosolia.

SCADENZE - Entro il 31 ottobre per la scuola dell'obbligo, e il 10 settembre per i nidi, per l'avvenuta vaccinazione può essere presentata la relativa documentazione oppure un'autocertificazione.

Il Ministero della Salute metterà a punto l'anagrafe vaccinale nazionale, con tutti i dati su coperture vaccinali, dosi, tempi di somministrazione ed eventuali effetti collaterali. Per costoro, avendo sviluppato in modo autonomo gli anticorpi, non sarà quindi necessario sottoporsi alla vaccinazione obbligatoria per quel virus. Questo è il succo del decreto presentato dal Ministro Lorenzin. A partire dall'anno scolastico 2019/2020, saranno queste ultime a trasmettere alle Asl territoriali l'elenco degli iscritti, entro il 10 marzo, e le aziende sanitarie dovranno restituire le liste indicando chi non è in regola e chi è esonerato dall'obbligo entro il 10 giugno.

Il decreto sull'obbligatorietà delle vaccinazioni per l'iscrizione a scuola esce dal Senato con qualche modifica. Coesi nel loro messaggio teso a fermare quello che ritengono essere un decreto liberticida, restrittivo, ingiustificabile nella sostanza e ancor più nella forma, se possibile.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.