Pd, Renzi: "Ascoltiamo chiunque, ma non ci fermiamo davanti a nessuno"

Pisapia a Renzi:

Pisapia a Renzi: "Alleanza? Facciamo le primarie e vediamo chi vince"

Sì, ma hanno dimostrato che a comandare sono i cittadini che votano, io rispondo a chi ha votato, non ai capicorrente, io rispondo alle primarie, non ai caminetti.

Le numerose adesioni che giungono da molti esponenti della opposizione interna del Partito Democratico non lasciano dormire sonni tranquilli, e a poco pare valere ripetere il celebre "Stai sereno" che stavolta però Matteo Renzi rivolge a sé stesso, rischiando però gli stessi deleteri effetti sortiti nei confronti dell'allora rivale Enrico Letta.

"Il leader lo scelgono i voti e non i veti".

Renzi ricorda i due milioni di votanti alle primarie Pd, "un risultato che nessuno si aspettava" dice aggiungendo con una battuta che era stato scelto anche "il giorno del ponte, ci facciamo del male da soli, è un po' come fare l'assemblea dei circoli il 1 luglio". "In questo momento non ci sono segnali di questo genere per cui è probabile che si vada a scadenza naturale". "Io non posso allearmi, ad esempio, con chi mi propone di uscire dall'euro". "L'ex premier ha invitato a guardare al futuro "senza inseguire discussioni infinite", per evitare il "virus dell'autodistruzione della sinistra". Mi attaccano? Ormai siamo abituati. Ma fuori dal Pd non c'è la vittoria della sinistra di lotta e di governo, c'è la sconfitta di tutta la sinistra. "Il problema non è il cattivo carattere di Renzi - ha affermato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Ivan Scalfarotto - anzi grazie a quel carattere abbiamo realizzato politiche economiche di successo e io sono perfino riuscito a sposarmi". Le primarie autunno-inverno, le primarie estive...le primarie settimanali. Si può anche avere molto potere nel Governo, nelle aziende di Stato, nella TV pubblica, ma se non si ha una proposta politica convincente, una identità riconoscibile, un legame vero con le persone e i loro problemi concreti non si va molto lontano. "C'è chi prova a riscrivere il passato, noi scriviamo il futuro".

"Parte un viaggio in treno - ha detto Renzi - perché noi non staremo a inseguire le polemicuzze interne; un viaggio capace di andare incontro al cuore delle persone". Per questo, "quando il 24 settembre chiude la Festa dell'Unità di Imola, saliremo su un treno e per 4-5 mesi gireremo tutte le province d'Italia".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.