G7 Ambiente a Bologna dopo lo strappo Trump

Motori360_Refeel_2 Al G7 Ambiente di Bologna la mobilità elettrica grazie all'operatore Re Feel eMobility

Motori360_Refeel_2 Al G7 Ambiente di Bologna la mobilità elettrica grazie all'operatore Re Feel eMobility

"La comunità internazionale attende un nostro messaggio da questo G7 - ha detto il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, aprendo i lavori -. Sappiamo di avere l'obbligo di dialogare insieme, di non perderci". "Il G7 dei ministri dell'Ambiente - ha spiegato l'associazione che si rivolge alle istituzuoni anche con un appello del Comitato scientifico - deve essere l'occasione per dare concretezza all'azione sul clima, dando avvio a politiche che vadano anche oltre gli impegni finora assunti per attuare l'Accordo di Parigi". Lo ha annunciato al G7 Ambiente di Bologna la segretaria della Convenzione dell'Onu sul clima (UNFCCC), Patricia Espinosa.

Al vertice partecipano Barbara Hendricks per la Germania, Koichi Yamamoto per il Giappone, Nicolas Hulot per la Francia, Scott Pruitt per gli Stati Uniti, Catherine McKenna per il Canada. Per la Gran Bretagna presenti il capo delegazione e' Therese Coffey, Segretario di stato. Con una dichiarazione prudente ma positiva Pruitt ha affermato che: "Non siamo in dissenso sugli obiettivi, ma sul modo di raggiungerli". L'intesa prevede attività congiunte per valorizzare e promuovere nel Parco del cibo una organizzazione e gestione eco-sostenibile, basata sui principi dell'economia circolare: una economia che crea nuova occupazione e vantaggi legati al risparmio di risorse ed energia, alla riduzione e la valorizzazione dei rifiuti (anche grazie al recupero alimentare), all'estensione del ciclo di vita dei prodotti, alla promozione di buone pratiche legate alla sostenibilità e la salvaguardia dell'ambiente.

"Su tutti i temi a parte il clima c'è un un accordo completo. Mi sembra che la 'Laudato si" abbia indicato molti contenuti, certamente, che sono quelli su cui anche abbiamo molto lavorato, ma ha anche indicato un metodo: non assistere, non essere spettatori, non pensare che le religioni siano un fatto privato. Merola ha ricordato anche gli altri due documenti prodotti nel corso di #all4thegreen, la settimana di eventi nel capoluogo emiliano in preparazione del summit dei ministri dell'Ambiente: l'accordo fra le Regioni padane per la lotta all'inquinamento atmosferico e la Carta dei Valori preparata dal Tavolo del Dialogo interreligioso. Discutiamo di marine litter, di Africa, di finanza verde. Poi ripeto le posizioni, in particolare su Parigi, sono posizioni distanti, ma l'importante è non perdersi. In ambiente o si vince tutti insieme o si perde tutti. "Stiamo facendo questo. Sono soddisfatto che ci siano i sette paesi riuniti qui a Bologna e che ci sia la volontà di riallacciare un filo comune".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.