Sì della Ue alla manovra. Imu sui ricchi, stop di Padoan

Space24

Space24

Intanto, l'Istat ha diffuso oggi le stime "Prospettive per l'economia italiana nel 2017", che farebbero prevedere buone possibilità per l'economia italiana.

La Commissione europea ha deciso di non aprire procedure d'infrazione a carico dell'Italia.

Per il 2018 l'Italia dovrà fare uno "sforzo di bilancio sostanzioso", e le politiche dovranno sia "rafforzare la ripresa che assicurare la sostenibilità dei conti". Sulla richiesta della Commissione di rivedere la tassa sulla prima casa, abolita con il governo Renzi, Padon ha aggiunto: "Modifcare una tassa che è stata da poco modificata non è una buona idea". Secondo Padoan, comunque, l'effettivo peso di questa specifica raccomandazione è da ridimensionare.

Il momento cruciale nel quale si potrà introdurre la nuova patrimoniale sulla prima casa sarà il prossimo autunno che si preannuncia davvero più caldo che mai.

Quanto all'attuale dinamica dei conti pubblici della Penisola, "la Commissione conferma che sono state adottate le ulteriori misure di bilancio richieste per il 2017, e che pertanto in questa fase non sono ritenuti necessari interventi supplementari per garantire la conformità con il criterio del debito". "Dalla Commissione Ue viene la "ricetta" per l'affossamento definitivo dell'Italia". Il Governo infatti aveva provveduto due anni fa a eliminare la tassa sulla prima casa. Pierre Moscovici, commissario Ue agli Affari economici, sottolinea che nelle raccomandazioni non è menzionata nessuna cifra. Sulle riforme, invece, la situazione è diversa.

Diverso il discorso per il programma di riforme, che la Commissione europea ritiene "sufficientemente ambizioso", ma "l'assenza di dettagli sull'adozione e di un calendario dell'attuazione limita la loro credibilità". Bruxelles spiega che "non c'è base per portare avanti una procedura per squilibri, purché ci sia una implementazione piena delle riforme" raccomandate. "Non abbiamo bisogno né di 'flessibilità comprensiva' né che ci suggeriscano misure come la reintroduzione dell'Imu per le fasce di reddito più elevate".

I richiami sono quindi sempre gli stessi.

Che ci dicono: "La tassa sulla prima casa è stata cancellata nel 2015, cosa che è stato un passo indietro nel processo di ottenere una struttura tributaria più efficace". A Roma viene chiesta anche un'accelerazione in tema di fatturazioni e di pagamenti elettronici.

Va riformato il catasto e rafforzate contrattazione collettiva, occupazione femminile e lotta alla corruzione che è "un grande problema". All'Italia si raccomanda inoltre più liberalizzazioni e maggiore concorrenza, la riforma della pubblica amministrazione e quella della giustizia civile. E va ridotto lo stock di sofferenze, con misure ulteriori.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.